fbpx

Aspettando l’Epifania: tre ricette per il 6 gennaio

Aspettando l’Epifania: tre ricette per il 6 gennaio
20 Dicembre 2019 Daniela Moscato
epifania

Mancano pochi giorni all’Epifania e alla fine di tutti i festeggiamenti, ma noi ci consoliamo con tre delle nostre ricette che vi suggeriamo di preparare per questa data che “tutte le feste si porta via”.

Zucchine croccanti al forno

Zucchine croccanti al forno

Un contorno d’effetto che però non fa piangere troppo la linea: le zucchine croccanti al forno, gustose ma leggere, sono perfette da portare in tavola nei giorni di festa.

Vi occorrono:
1 kg zucchine
1 cucchiaio di Miscela per patate
Pan Grattato aromatizzato alle erbe
3 cucchiai di olio extravergine d’oliva
pepe nero
sale fino

Preparazione:
1. Preriscaldate il forno a 200 °C, nel frattempo lavate e spuntate le zucchine.
2. Pelatele e privatele della buccia, usate solo prodotti freschi, sodi e compatti.

2. Tagliate le zucchine prima a metà e dopo un’altra volta a metà nel senso però della lunghezza. Poi tagliatele di nuovo in quattro sempre nel senso della lunghezza. Dovrete ottenere dei tocchetti tutti uguali.

3. In una ciotola capiente, unite tutti gli ingredienti e condite con l’olio d’oliva e 1 cucchiaio di Miscela Patate. Mescolate bene e fate insaporite il tutto.

4. Adagiate il pangrattato in un piatto e passateci sopra le zucchine fino a quando non saranno completamente avvolte dalla panatura.

5. Disponetele, senza sovrapporle, in una teglia abbastanza grande rivestita con carta forno. Cuocetele per 20-25 minuti fino al raggiungimento della doratura desiderata.

6. Servitele ancora calde accompagnate da una salsa allo yogurt speziata.

Tutta la ricetta accompagnata da spiegazioni fotografiche qui.

Polpette di ceci

Polpette di ceci con salsa allo yogurt

Sembrano polpette di carne, ma sono di ceci. Gustose, golose e piacciono tanto ai bambini. Un modo per godersi l’ultimo strascico di festa senza troppi sensi di colpa.

Ingredienti:
500 g Ceci lessi
3 Uova
2 cucchiaini di origano siciliano
1 cucchiaino di aglio in polvere
Pan Grattato di semola
Farina 00
1 g cucchiaino di succo di limone
½ l Olio di semi
Sale fino
Ingredienti per la salsa
170 g Yogurt greco
2 cucchiaini di Miscela per Patate
1 cucchiaino di succo di limone
2 cucchiaini di Olio extravergine d’oliva

Preparazione:
1. Per le polpette utilizzate dei ceci lessati. Se fossero quelli in lattina sciacquateli bene sotto l’acqua corrente prima di utilizzarli. Quando sono ben sgocciolati versateli in un robot da cucina insieme a 1 uovo, l’origano, l’aglio, 3 cucchiai di Pan Grattato di semola, 1 cucchiaino di succo di limone e un cucchiaino di sale. Frullate fino ad ottenere una pasta densa e trasferitela in una ciotola.

2. Amalgamate l’impasto con le mani infarinate, prelevate una noce per volta e formate delle polpette. Passate le palline di ceci nella farina e nelle 2 uova, che avrete sbattuto con una forchetta, e infine ricopritele con il pangrattato.

3. Via via che saranno pronte disponetele su un piatto e fatele riposare per 15 min. Nel frattempo, riempite una padella con l’olio di semi e scaldatelo fin quando immergendo uno stecco di legno per spiedini si formeranno tante bollicine intorno.

4. Friggete le polpette avendo cura di farle dorare su entrambi i lati. Scolatele e trasferitele in una ciotola con carta assorbente.

5. Mescolate lo yogurt greco con la Miscela Patate, il succo di limone e aggiustate di sale. Questa salsa fresca sarà l’accompagnamento perfetto per le polpette di ceci servite ben calde.

Tutta la ricetta accompagnata da spiegazioni fotografiche qui.

torta speziata al cioccolato

Torta speziata al cioccolato e frutta secca

Una golosissima torta al cioccolato aromatizzata con anice, noce moscata e chiodi di garofano, perché al dolce c’è ancora tempo per rinunciare.

Vi occorrono:
100 g burro non salato a temperatura ambiente
260 g zucchero di canna
50 g cacao amaro
2 uova
¾ di cucchiaino di lievito per dolci
¾ di cucchiaino di bicarbonato di sodio
170 g farina 00
160 ml latte caldo
½ cucchiaino di noce moscata in polvere
½ cucchiaino di semi di anice
¼ di cucchiaino di chiodi di garofano
150 g frutta secca (mandorle, noci, nocciole e uva sultanina)
150 ml vino rosso
1 pizzico di sale

Preparazione:
1. Polverizzate insieme nel mortaio i semi di anice e i chiodi di garofano.
Tagliate grossolanamente la frutta secca e versatela in un barattolo, aggiungete il vino, le spezie e 20 g di zucchero di canna. Chiudete ermeticamente e fate macerare per almeno 30 min. Per un sapore più intenso tenete la frutta a macerare tutta la notte.

2. A questo punto preriscaldate il forno a 170 ° C, nel frattempo nella planetaria o aiutandovi con una frusta elettrica mischiate per circa 5 minuti il burro e lo zucchero fino a ottenere un composto leggero e spumoso.

3. Aggiungete le uova una alla volta, aspettando che il primo sia stato completamente incorporato prima di aggiungere il secondo. State attenti a raschiare i bordi lati della ciotola con una spatola di gomma in modo che il composto si amalgami alla perfezione.
Abbassate la velocità del mixer al minimo e aggiungete il cacao, il lievito, il bicarbonato e un pizzico di sale. Continuate a mescolare fino a quando non si sarà amalgamato tutto.

4. Unite metà della farina e a filo il latte caldo, una volta che si saranno mischiati bene aggiungete il resto della farina e continuare a mescolare fino ad avere un composto omogeneo.

5. Prelevate 2 cucchiai del liquido di macerazione della frutta secca e aggiungetelo all’impasto della torta, poi scolate la frutta secca e unitela al composto, mescolando lentamente fino ad amalgamare il tutto.

6. Imburrate una tortiera di 20 cm e infarinatela usando il cacao invece della farina. Versate il composto nella tortiera e infornate a 170 °C per circa 30 – 40 minuti, potrete verificare la cottura inserendo uno spiedino nel centro della torta, se una volta uscito risulta asciutto e pulito il vostro dolce è pronto.

7. Lasciate raffreddare la torta al cioccolato prima di toglierla dallo stampo.
Servitela da sola o accompagnata da gelato o panna montata.

Anche di questa preparazione potete seguire tutti i passaggi fotografati qui.

Le nostre certificazioni